Sogno

Giada si è rifugiata lungo il fiume dopo aver aiutato la polizia a risolvere un caso di omicidio. I sogni sono appena iniziati e lei non sembra saperli gestire. Luca le sta vicino come può.

LUCA: sapevo che eri qui, ti è sempre piaciuto questo posto

GIADA: forse perché mi ha sempre fatto sentire al sicuro. Se ci ripenso ho sempre avuto la sensazione che sarebbe successo

LUCA: cosa? Intendi, perdere l’udito?

GIADA: i sogni. Vedere le cose che vedo.

LUCA: cosa te lo fa credere?

GIADA: non lo so, è solo una sensazione

LUCA: una delle tue solite?

GIADA: una delle solite

PAUSA

GIADA: non c’è nessuna realtà.

LUCA: in che senso?

GIADA: Noi. Siamo noi che dobbiamo costruircela se vogliamo esistere.

LUCA: a volte dici cosa che non capisco, Giada.

GIADA NESSUNA RISPOSTA

LUCA: Giada?

GIADA NESSUNA RISPOSTA

LUCA: Giada?

GIADA: a volte devi essere silenzioso per poter essere ascoltato

LUCA: io ti ho sempre ascoltata, lo sai, vero?

GIADA: finiranno mai?

LUCA: cosa?

GIADA: questi incubi. Finiranno?

LUCA: non lo so. Tu vuoi che finiscano?

GIADA NESSUNA RISPOSTA.

Da ascoltare con “Spiegel Im Spiegel” di Arvo Part

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...