Torino Mon Amour

Il vento gelido che taglia le guance, il cielo è talmente azzurro da far sembrare azzurra tutta la città. Sono sul ponte che preferisco, ogni statua è diversa e scandisce la lunga passeggiata che puoi fare per attraversarlo. Alle tue spalle, se ti giri per un istante, la Mole tenta di bucare il soffitto celeste, di fronte padroneggia la Basilica di Superga, il Monte dei Capuccini, più in basso c’è la casa di Profondo Rosso, se lo sguardo si abbassa ulteriormente, finisci col guardare un paio di canoe che attraversano il fiume. Tu sei sul ponte e l’aria continua a tagliarti le guance.

Giusto un flash, un secondo per mettere in moto la catena di ricordi e di sensazioni. Capita, una domenica pomeriggio autunnale, guardando un film girato nella mia città preferita, girato da un regista che di quella città sa raccontare l’anima, basta un’inquadratura su piazza Castello, la curva che precede la piazza arrivando da corso San Maurizio, o un dettaglio di Via Po e di Via Verdi, dove c’è l’università, o il primo piano di uno di quei bei portoni antichi di Via Bogino, forse saranno le note di Samuel che inseguono le luci della città, in un’inquadratura aerea, vista dall’alto, così squadrata, così armoniosa, così perfetta. Forse è l’odore che riesci a percepire in una scena girata a Porta Palazzo, dopo il mercato, o forse è semplicemente l’amore per una città che da sempre amo, fatta di vite vissute piano sullo sfondo.

Non so, ma per 90 minuti ho attraversato 140 km e come un fantasma, o come l’uomo invisibile, ho passeggiato indisturbata, assaggiando un ottimo gelato al gianduia.

Grazie Marco.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...