Le cose sono solo cose?

Abbiamo parlato dell’amore per gli amanti, per noi stessi, per le città, per le proprie vocazioni, per i padri e per le madri, per gli amici e per i nemici, oggi è il turno delle cose.

Le cose sono state notevolmente declassate nell’ultimo secolo. Forse perchè si sono raddioppiate, triplicate, quadruplicate con le ultime generazioni, la mia compresa. E così non ci si affeziona più. Le cose sono solo cose. Stuff, come dicono gli inglesi, che aggiungono pure un tono quasi sprezzante nel dirlo, il suono ne rivela l’inutilità quasi. Più che cose, sono robe. Buttate tutte nel bidone, nel dimenticatoio.

Io non butto mai niente. E semino. Un po’ in tutte le case in cui passo, lascio un ricordino, un sassolino come Gretel, un segno del mio passaggio. A volte in quelle case non ci torno più e non so che fine fanno, rimangono abbandonate e dimenticate o forse restano a rappresentare una presenza che mai potrà svanire. Come un calzino. Come un vestitino giallo di quando avevo 4 anni. Tanto sono solo cose. Eppure hanno un’anima. E rivelano qualcosa di molto più profondo. Un calzino si trasforma in un legame che non riesce a spezzarsi, un vestito giallo dimostra un amore infinito. E così via: libri, scarpe vecchie, fotografie, ciondoli, barattoli, fondi di creme per il corpo, portaritratti, macchine fotografiche, Cd, diari, ciocche di capelli, buste di carta, trucchi, orologi…meglio dei ricordi, perchè se ci pensi li puoi toccare, li puoi annusare, li puoi scrutare, a volte li puoi anche sentire e persino assaggiare. Ti restituiscono qualcosa di autentico, di vero. Come il mio Mac verde mela con il quale mi ritrovo sola ogni sera e ancora ogni mattina. E’ solo una cosa, una cosa molto costosa, ma è mia, solo mia.

Sono cose, sono tante, a volte inutili, ma pur sempre cose, con un’anima.
Quando le buttiamo, se proprio dobbiamo, assicuriamoci di farlo bene, cercando di riciclarle il più possibile. Se possiamo regaliamole, altrimenti seguiamo i consigli dei nostri comuni.

Da ascoltare con “Antidolorificomagnifico” di Jovanotti

Annunci

2 thoughts on “Le cose sono solo cose?

  1. Pingback: L’ombrello « UFO Ultima Fermata Ormai

  2. Pingback: https://valentinapetrosino.wordpress.com/2011/03/16/l-ombrello/ | forsehopersolechiavi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...