Imbecilli

Sapete cosa rimane di due anni spesi con una persona amata?
Niente. Totalmente niente.

E’ successo alla mia migliore amica.

Dopo 15 giorni di silenzio catatonico, mi chiama e spara la bomba: XXX mi ha lasciata.
E non è che mi chiama apposta per dirmelo, no, mi piazza la notizia là, tra un discorso e l’altro, mentre organizziamo il festeggiamento del nostro compleanno. La sua voce da allegra e carica per la felicità di rivedersi dopo tanto tempo, non subisce alcuna modifica, nemmeno un abbassamento di tono, non un velo di rammarico o rabbia. Rimane felice, serena, pacata e annuncia la brutale notizia. Brutale per me, che non l’ho vissuta in prima persona. Lei commenta con assoluto equilibrio: mi spiace che lui non abbia la maturità necessaria per vivere questa relazione.

Ed è li che capisco, che vedo e comprendo il suo passaggio. Il passaggio che tutti prima o poi affrontiamo, quello che segna il cambiamento da adolescenti ad adulti.

Sono tanti, disseminati nel mondo, li puoi trovare ovunque, sotto casa, dietro l’angolo, nel tuo letto e non ci puoi fare niente. Attenzione, non chiamateli Peter Pan, non fornitegli alibi inesistenti, sono solo imbecilli.
Stupidi, ottusi e irrecuperabili imbecilli che si precludono la felicità.

Poverini.

“Essere donna è un compito terribilmente difficile, visto che consiste principalmente nell’avere a che fare con gli uomini.” Joseph Conrad

Da ascoltare con Nobody’s wife di Anuk

Annunci

One thought on “Imbecilli

  1. Pingback: Quelli che vincono « UFO Ultima Fermata Ormai

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...