Nowhere community

Assorbita dal grigio della città, ti trovi ad un certo punto a vagare con una mappa in mano, mentre l’aria tiepida di un autunno anomalo accarezza i tuoi occhi assonnati. E sono le 12. E tu potresti essere ovunque.

Come un fantasma, un’ombra, una presenza flebile che cammina accostata ai muri di case anonime, su marciapiedi uguali, su strade senza nome.

Ci si sente un po’ così quando si sta in bilico tra desiderio e realtà. Tra quello che vorresti essere e quello che sei costretta ad essere. Tra il tuo valore reale e ciò che gli altri ti riconoscono.

Come un anello d’oro rivenduto per pochi soldi. Ecco, sei un gioiello svalutato svenduto al mercato nero.

E ancora una volta penso: benvenuti nel mondo del lavoro.

Da ascoltare con SHADOWS di ” The Kilimanjaro Darkjazz Ensemble”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...