Lascio Milano

Mi piace Milano, non pensavo l’avrei mai detto.

Mi piace la vita che faccio qui, le persone che frequento, il lavoro a cui mi dedico quotidianamente.
Più di tutto mi piace la Milano che vedo dalla mia finestra, quella trafficata dal lunedì al venerdì, avvolta dallo smog, e quella pallida e silenziosa del sabato e domenica. Mi pace persino quella notturna, fatta di maschere che si muovono nello spazio e gruppi chiassosi nei parchi.

E proprio ora che finalmente mi piace, tutto mi sembra molto chiaro: devo tornare a casa. Lasciare Milano. Ora. perchè è il momento giusto. L’ho amata a difficoltà, come si ama un uomo che ti rifiuta in continuazione, Milano si è fatta desiderare molto e alla fine, proprio quando ha ceduto, ho capito che non mi apparteneva del tutto e che il mio amore non può essere contenuto in una città che in fondo, non ha nulla da darmi. Esattamente come un uomo incapace di dare, Milano ora mi appare così piccola.

E così lascio la città. Vado via. Ritorno dove ora non conosco più nessuno. Lascio quello che ho costruito qui, perchè proprio quello che ho costruito qui mi permetterà di essere felice altrove.

Milano è una grande madre. Ruvida, scorbutica e gelida, ma pur sempre una madre. So che sentirà la mia mancanza, anche se non lo ammetterà mai.

Le città come i sogni sono costruite di desideri e di paure. Italo Calvino.

Da leggere ascoltando Matrioska La mia città (Canzone suggerita da un amico, tra l’altro calza perfettamente!)

Annunci

3 thoughts on “Lascio Milano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...