Pausa Pranzo

Sapete quei pranzi insoliti, quelli totalmente inaspettati, quelli che ti sconvolgono perchè proprio non te li immaginavi? Bene, dimenticateveli. Ora, avete presente quegli appuntamenti che aspetti a lungo, quelli che 2-3 giorni prima provi a figurarteli davanti agli occhi, provando ad immaginare che abito indosserai tu, quale indosserà lui, dove vi incontrerete, chi dei due dirà la prima parola, persino chi deciderà dove andare. Bene, dimenticatevi pure quelli. Ok, ora piazzatevi giusto a metà dei due, in quell’area ibrida ed incolore dell’indefinito, nel far west delle relazioni umane, proprio in quello spazio/tempo dove due adulti intrecciano un rapporto invisibile ed insapore.

Accade in un giorno qualunque, in una pausa pranzo qualunque, tra due persone qualunque. S’incontrano, dividono un pasto, passeggiano, di rado si guardano negli occhi e nel frattempo si raccontano la vita, si specchiano, forse senza accorgersene neppure, uno dentro l’altro. E’ nel confronto con gli altri che vediamo emergere tutti quei piccoli difetti e quelle deliziose caratteristiche, che a volte tendiamo a trattare con superficialità. Ci specchiamo così e ci piacciamo, ci conosciamo e grazie all’altro impariamo ad amarci.

Così inizio a pensare che in fondo nulla capita per caso, anche l’incontro più inconcludente può trasformarsi in una fonte di inaspettata scoperta. Il tuo cervello macina, il tuo cuoricino batte, i tuoi sogni di ragazzina cresciuta galoppano e prendono vita, si trasformano in proiezioni impossibili. E sorridi. E ti ricordi che il bello sta proprio nel sognare, nel proiettare. E che Dio scampi, nel capire che i sogni devo restare tali, senza concretizzarsi.

Così il pranzo si trasforma in un’occasione meravigliosa per guadarsi dentro, guardare fuori, guardare dietro e guardare avanti e cercare di sintonizzare la bussola, per capire dove andare. Così quel pranzo un po’ improbabile, quell’appuntamento un po’ insipido, si trasformano in un incontro molto utile, in cui posso finalmente capire cosa mi aspetto dagli altri e in che direzione desidero andare.

L’appetito rende saporite tutte le vivande. Paolo Mantegazza

Da leggere ascoltando TRY TO REMEMBER The Kingston Trio

Annunci

5 thoughts on “Pausa Pranzo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...