Una donna, una borsa

Mi piace essere abitudinaria.
Abitudinaria in tutto.
Ad esempio, una donna cambia in media 3 borse alla settimana, nel senso che abbina la borsa al tipo di abbigliamento e alle scarpe. E parlo di donne che stanno nella media, perchè poi ci sono quelle invasate che cambiano borsa per ogni outfit; persino le donne più pigre cambiano borsa almeno per ogni stagione, vuol dire 4 volte in un anno. Ed io invece no. L’ultimo regalo natalizio by mamm&papà è una favolosa borsa della LAGA, blue scura, come piace a me, non tanto perchè il colore/forma/materiale siano ricercati o particolari, piuttosto perché quel colore/forma/materiale si adattano perfettamente ad ogni stagione, vestito, scarpa e accessorio io decida di indossare.

Detto questo, comprenderete che vi trovate davanti ad un raro esemplare di anti-donna, unico nel suo genere.

Questa borsa, che di fatto, è mia compagna di avventure, giorno e notte, dal lunedì alla domenica, col sole e con la pioggia, racchiude un mondo al suo interno.

Quasi per gioco, ho svuotato sul pavimento il contenuto della borsa e l’ho analizzato. Perché lo sanno tutti che la borsa è lo specchio dell’anima.

Procediamo con ordine:

Chiavi di casa con portachiavi a forma di gufo: la storia interessante qui riguarda il gufo, oggettino da 3 euro comparto per strada. Sui lati del portachiavi ci sono due tastini che se premuti producono il verso del gufo e dato che la mia borsa è piccina e “intorzata” di cose, spesso i tastini si attivano da soli e la gente attorno a me, per esempio in metro, mi guarda in maniera davvero strana. Ecco, appunto, sono strana.

Ipod con cuffie ripiegabili Panasonic: l’ipod è il regalo del mio ex-fidanzato storico, adorabile uomo che ebbe la delicatezza di farmi un regalo d’addio, ormai 7 anni fa. E non si è mai rotto, l’ipod, dico. Le cuffie me le sono regalate quest’anno perché sono comode e anche un po’ tamarre. Questo per dire che amo la musica e l’ascolto sempre.

Porta-monete svedese: souvenir che mia mamma mi ha portato dal suo viaggio a Stoccolma. Pseudo-vintage anche quello, riporta, se ci fate caso, una vignetta su Thelma e Louise. Amo separare le monete dai soldi cartacei, sono proprio due cose diverse, la forma e il valore che hanno sono diversi, ecco perché richiedono contenitori diversi. Benedetta rigidità mentale.

Burrocacao Erbolario e Rossetto Chanel: non mi trucco molto, ma il rossetto è una di quelle cose che metto sempre, come la biancheria intima. Quest’anno la mia amica I. mi ha fatto scoprire il rossetto di Chanel, Rouge Cocò n. 5 Mademoiselle: vi devo dire altro?

Occhiali vintage, comprati in un negozietto milanese che vende solo esclusivamente occhiali vintage di ogni epoca. La particolarità? tutto nel negozio è original vintage, compreso il commesso ottantenne. Amo gli anni ’50, che sono il periodo storico-culturale in cui avrei dovuto vivere. Sono una donna d’altri tempi, lo ammetto.

Specchietto con retro decorato su cui compare la Primavera di Botticelli, regalo di chi non so più chi, ai tempi del liceo. Non amo l’arte, non particolarmente, non conosco Botticelli a menadito, non ho mai studiato con entusiasmo il Rinascimento, ma lo specchietto mi piace ed è comodo perché si adatta perfettamente alla tasca interna della mia borsa. Questo fa di me una donna brutalmente pratica.

Scatolina di Tic Tac: non sono particolarmente amante delle Tic Tac, ma spesso le ho in borsa per una questione affettiva. la mia attuale – oddio lo posso dire?- dolce metà, qualche tempo fa, mi ha soprannominata TIC, per la mia statura ovviamente; inutile dire che amo questo termine vezzeggiativo, ma mi raccomando, non diteglielo.

Visto? Dal contenuto della borsa, si scoprono molte cose di una persona.

Bene, ora tocca a voi! Fotografate ed inviatemi l’immagine del contenuto delle vostre borse ed io vi dirò chi siete…

Da leggere ascoltando Exitmusic – “Passage” (ultima ossessione musicale cortesemente offerta dal mio amico A.)

Annunci

2 thoughts on “Una donna, una borsa

  1. Pingback: 3 borse, 3 donne, 3 destini | UFO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...